Associazione Culturale MeddleTv

L’undici settembre duemilaotto (11/09/2008) è nata l’ASSOCIAZIONE CULTURALE MeddleTv la cui sede è in Via Macerata n. 7(Rm).

L’associazione è apolitica, non ha scopo di lucro ed ha per scopi principali:

ampliare la conoscenza della cultura cinematogafica, musicale, letteraria ed artistica in genere, attraverso la valorizzazione di persone, enti ed associazioni;

proporsi come luogo di incontro e di aggregazione nel nome di diversi interessi culturali assolvendo alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile;

promuovere l’ideazione, la realizzazione e la proiezione di prodotti audiovisivi e strumenti di comunicazione e informazione indipendente.

I consiglieri eleggono: il Dott. Alessandro Dionisi alla carica di Presidente, il Dott. Marco Vitale alla carica di Vicepresidente ed il Dott. Fabio Orecchini alla carica di Responsabile Organizzativo, i quali dichiarano di accettare la carica.

Annunci

Ho una proposta seria per comprare l’Alitalia

pippo.jpg

Noi di meddleTv quest’anno ci candidiamo alle politiche. Il nostro obiettivo è raggiungere i cuori della gente. Con Pippo Presidente si può! Il nostro candidato non ha bisogno nè di presentazioni nè di un programma. Non prometterà l’impossibile ma vi descriverà politiche concrete e di veloce attuazione.

Di seguito i punti fondamentali del futuro Governo Pippo:

  1. Grazie ad una cordata fatta da impreditori caseari, soprattutto venditori di mozzarella, acquisteremo l’Alitalia affinchè il prodotto Campano arrivi fresco sulle tavole dei Vietnamiti, Cinesi ed Australiani da sempre grossi consumatori dei mozzarella di bufala
  2. Controlli fiscali a tappeto verso i giovani lavoratori e gli anziani che non superano i 516 euro di pensioni.
  3. Il Presidente Pippo abolirà l’ICI e e l’IVA: infatti le due vecchie tasse saranno ora soprannominate CIP e CIOP.
  4. Abolizione dello scalone a favore dell’obbligo dell’installazione della scala mobile
  5. Il Presidente Pippo costruirà oltre al ponte sullo stretto anche il ponte che unirà finalmente la Sardegna a Civitavecchia, in 3 anni è previsto un ulteriore infrastruttura che collegherà la Sardegna alla Corsica (accordo già siglato tra il Presidente Pippo e Carla Bruni) Continua a leggere

Il panopticon: dal taylorismo alla dispersione dei corpi

taylorismo.jpgspionaggio.jpgtempi-moderni-1.jpg

Il lavoro industriale fu accelerato dall’applicazione della “organizzazione scientifica” di Frederick W. Taylor, che l’ideò per la prima volta nel 1883. Taylor osservò lavoratori specializzati, e stabilì la serie esatta delle operazioni elementari che costituivano la loro mansione, selezionò la serie più rapida, calcolò il tempo di ciascuna operazione con un cronometro, per stabilire le “unità di tempo” minimo, e ricostruì le mansioni con i tempi composti come misura uniforme.

I salari erano aumentati quando i lavoratori raggiungevano la quota massima di efficienza, e coloro che non raggiungeano la quota minima venivano licenziati . Una delle relazioni di Taylor mostra il genere di tormento psicologico provocato da questa accelerazione sistematica:

” si rese necessario controllare d’ora in ora la produzione di ogni ragazza : allorchè si constatava che qualcuna di esse scendeva al di sotto del quantitativo fisso, era necessario affiancarle un istruttore per determinare che cosa c’era che non andava, per rimetterla in carreggiata e per incoraggiarala ed aiutarla a riprendersi “.

Continua a leggere

Il posto delle fragole – In linea con l’assassino

IN LINEA CON L’ASSASSINO (2002)

Di Joel Schumacher

in-linea-1.jpgin-linea-2.jpgin-linea-3.jpgin-linea-5.jpg

Stu Shepard (uno strabiliante Colin Farrel) è un Press Agent imbroglione che racconta balle di professione. Si muove tra le strade di New York ed è un manipolatore che non sa più la verità, talmente indaffarato con rapper bisognosi di successo, attricette desiderose di solcare gli studi televisivi ed avvenenti pubblicisti. Si muove nel caos urbano, nell’inquinamento acustico e soprattutto elettromagnetico. Proprio su quest’ultimo Joel Schumacher si sofferma nelle prime sequenze del film, accostando alla voce off, inquadrature suggestive:

“ Si contano circa 8 milioni di abitanti nei 5 distretti di New York. 12 milioni nell’area metropolitana. Ci sono quasi 10 milioni di linee telefoniche con oltre 50 gestori. 3 milioni di New Yorkesi usano il telefono cellulare. Una volta era indice di inferiorità mentale vedere gente che parlava da sola; invece oggi è status simbol e la telefonia mobile va rapidamente soppiantando il gettone. Nonostante l’uso crescente di apparecchi cellulari, si calcola che 4,5 milioni di residenti e 2 milioni di turisti usino il telefono pubblico. Questa è la cabina telefonica tra la 53^ e 8^, forse l’ultimo vestigio di privacy di Manhattan. E’ l’ultima di questo tipo regolarmente funzionante. Da qui partono fino a 300 telefonate al giorno. La cabina è stata scassinata ben 41 volte negli ultimi sei mesi. Ne hanno programmato l’abbattimento e la sostituzione con una struttura a chiosco per le 8 di domani mattina. A neanche due isolati da qui ecco l’uomo destinato ad essere occupante di questa mattina”.

Il prologo è un avvertimento al quale lo spettatore andrà incontro. L’area dove si muove Stu mai come questo film la sentirà così ristretta, claustrofobica. Quest’area è una cabina dove si vivrà un intenso thriller, dove il warkaholic (alcolizzato da lavoro) sarà vittima.

Stu, arricchisce il suo menù lavorativo organizzando eventi, aumentando telefonata dopo telefonata la sua leadership, condivisa dalle persone che cadono nel tranello del trionfo pubblicitario. Il nostro Press Agent vive sull’onda del successo anche con le donne: sposato con kelly ha anche una fidanzata, Pam, innocente e sognatrice, manipolata quotidianamente per un successo che prima o poi cavalcherà

“Tu sei la persona più famosa a cui ho fatto la pubblicità. Ho detto a qualche cronista mondano che Mel Gibson cerca attrici per il suo nuovo film e che sta decidendo tra Cameron Diaz, Jiulia Roberts e la mia cliente del cuore: tu !! Ho in corso una conferenza al City Hotel (guardando l’Hotel …) e pensavo che potresti venire qui, ed ho un paio di persone di Martini da presentarti”.

in-linea-6.jpgin-linea-8.jpgin-linea-9.jpg

Queste sono le sue ultime parole prima di rispondere inconsapevolmente allo squillare di un telefono pubblico dentro una cabina telefonica.

Le parole dell’interlocutore non sono affatto morbide, come il tono di Stu verso un ragazzo che gli ha portato appena una pizza, confermandogli a più riprese che l’ha ordinata.

L’interlocutore si presenta subito come un cecchino che lo perseguita ed ora lo minaccia di non lasciare la cabina, altrimenti “come trasforma una persona in un Dio è capace di trasformarla in una merda”. Attenzione, ubbidienza e soprattutto ascoltare gli ordini: questi sono gli ordini che gli vengono impartiti. L’interlocutore si presenta con toni da angelo vendicatore, da moralista estremo, a cui Stu deve con la massima sincerità pentirsi pubblicamente dei suoi peccati. L’interlocutore sa che la telefonata si trasformerà nell’evento mediatico più importante degli ultimi anni. La simultaneità ne sarà la protagonista. Con i dovuti metodi (il laser perennemente puntato sul corpo) Stu sarà sottoposto a tormentose richieste e in una delle strade di New York si consumerà un delitto al quale sarà inevitabilmente coinvolto, fino a prossimo svelamento, perché costretto a trattare continuamente dentro la cabina le minacce. Difatti un protettore di prostitute che rivendicavano i loro diritti per telefonare dalla cabina, cerca di prima di scuotere e poi di abbattere con una mazza da baseball i vetri per farlo uscire e picchiarlo, ma verrà ucciso dalla finestra da cui si nasconde il cecchino. Stu è praticamente nei guai: ora sono le ragazze che pensano che abbia estratto una pistola e sparato il colpo.

Continua a leggere

tAmTaM – Puntata 8

*intro da “La meglio gioventù” di Marco Tullio Giordana

*il ’68 e i media – intervista al prof. Ferrarotti

*M-Day – testimonianze nel “giorno del rifiuto” a Napoli

*[A]live Poetry – Giulio Marzaioli

*A nervi scoperti 4 – il documentario di Alessandro Galante

Vodpod videos no longer available. from www.vimeo.com posted with vodpod

Il Testamento di Prodi

Non so cosa sia passato per la testa o per le tasche di Prodi e Co. ma, fatto sta, che ora noi abitanti abbiamo veramente paura!!!

Vi invito a leggere la lettera pubblicata da Alex Zanotelli sul blog di Beppe Grillo. Non aggiungo commenti personali perchè sarebbero solo bestemmie e parolacce.

Vi allego l’ordinanza n. 3657 presa dal sito della Gazzetta Ufficiale.

Andrea Valentino

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 febbraio 2008 –

Disposizioni  urgenti  per fronteggiare l'emergenza nel settore dello
smaltimento  dei  rifiuti  nella regione Campania e per consentire il
passaggio alla gestione ordinaria. (Ordinanza n. 3657). Continua a leggere 

[A]live Poetry.. e siamo a tre..

Su Omero.It la terza puntata di [A]live Poetry: Duale. A breve anche sul nostro blog.