nuova vignetta per la Gelmini

vignetta di Giulio Pompei

vignetta di Giulio Pompei

Il Prof. Bocci risponde a Giorgio Israel riguardo la riforma Gelmini

Primo giorno di scuola

L’anno scolastico si apre in una fase cruciale per il futuro della scuola italiana. È da augurarsi che prevalgano atteggiamenti razionali e costruttivi, che si prenda atto dei problemi anziché oscurarli con gli slogan, le fasce nere al braccio e le occupazioni di scuole. Si ripete ogni giorno che nessun paese come l’Italia ha tanti insegnanti mal pagati e frustrati. Non è razionale ignorarlo e chiedere altre infornate di precari. L’era della scuola come ammortizzatore sociale è finita ed è irresponsabile tentare di perpetuarla. La nostra scuola è afflitta dal bullismo, dalla mancanza di disciplina e dal disordine. Non è razionale opporre alle misure del ministro Gelmini sul ripristino del voto in condotta, dei voti in pagella e del recuperi dei debiti formativi, il solito “ben altro servirebbe” , che si riduce a riproporre ostinatamente le ricette che hanno condotto all’attuale situazione. Grandinano sulla nostra scuola valutazioni negative che collocano a livelli molto bassi i nostri studenti, soprattutto per le conoscenze matematiche e linguistiche. Nell’impossibilità di ignorare questi fatti, troppi si comportano come se dipendessero da tutto salvo che dalla scuola: per loro, è come se si trattasse degli effetti di una grandinata su un magnifico vigneto. Tutto ciò è ridicolo. I pessimi rendimenti della scuola italiana non sono effetto del destino cinico e baro.

Continua a leggere

Il figlio della Gelmini a Salerno

Ecco alcuni contributi dei nostri fratelli di CampuStaff dall’Università di Fisciano – Salerno

Gelmini, solo maestro unico?

Una riflessione personale

Meddletv prosegue l’inchiesta sulla (contro)riforma del ministro dell’istruzione Mariastella Gelmini. Mentre la dottoressa Carfagna partecipa amorevolmente a “scherzi a parte” per riempire le giornate, il ministero taglia fondi ed ignora l’insegnamento delle lingue (coerente con i principi di nazionalismo), l’istruzione italiana scende sempre più nei bassifondi. Ma non c’è motivo di preoccuparsi perchè il nostro caro (..) Presidente del Consiglio anche se dichiara di voler battere il mandato di Mussolini (20 anni), balla sul cubo, trascorre giorni di “lavoro” negli Stati Uniti mentre le borse crollano e si prospettano migliaia di nuovi disoccupati, un giorno in preda ad un’illuminazione divina verrà incontro ai nostri problemi.

Continua a leggere

La Crisi – Prima fioccolata contro la Gelmini

Continua la nostra inchiesta sulla [contro]riforma voluta dalla ministra Gelmini. Riportiamo degli estratti dalle interviste realizzate durante la fioccolata di venerdì 26 settembre e l’assemblea del primo ottobre alla facoltà di Scienze della Formazione Primaria dell’Università Roma Tre.

La rima con Gelmini

..mentre in televisione passa il Ballo delle Debuttanti, qualcuno tenta di riformare la nostra scuola elementare. Riportiamo di seguito un breve estratto dell’inchiesta “La Crisi” sulle conseguenze della nuova riforma voluta dal Ministro Gelmini. Le interviste sono state effettuate presso la scuola elementare romana presidiata Iqbal Masih.

Vodpod videos no longer available.

more about “La rima con Gelmini“, posted with vodpod