Meddle Scout – Scopriamo le nuove promesse del calcio italiano

Andrea Masiello

Nato il 5 febbraio 1986 a Viareggio (Lu)

Altezza 1.85 m

Peso 75 kg

Nazionalità: italiana

Squadra attuale: Bari

Squadra proprietaria del cartellino: Genoa

Andrea Masiello è un giovane difensore centrale italiano che attualmente gioca per il Bari.

Cresce nel vivaio della Lucchese dove arriva all’età di 12 anni, e, con la maglia della Lucchese riesce ad esordire tra i professionisti grazie a mister Osvaldo Jaconi, il quale prima lo fa debuttare in Coppa Italia, e poi lo fa esordire in serie C1 nell’incontro casalingo contro lo Spezia.

Nell’estate del 2004 Masiello passa alla Juventus che lo acquista in prestito per farlo giocare nella squadra primavera. Da subito diventa un punto fisso della squadra allenata da mister Chiarenza, che lo schiera come difensore centrale nella difesa a tre. Con la Juventus conquista per due volte consecutive il torneo di Viareggio proprio nello stadio della sua città. Per incorniciare la sua grande stagione con la squadra primavera, arriva il 20 aprile del 2005 il debutto in serie A contro l’Inter e soprattutto il riscatto dell’intero cartellino da parte della Juventus.

Grazie al suo ottimo campionato viene convocato con un anno di anticipo nell’under 19 di Berrettini che lo vuole per la fase finale degli Europei di categoria.

Nel 2005 i bianconeri lo girano, per fargli fare esperienza, in prestito all’Avellino in serie B, dove da titolare totalizza 39 presenze nella Regular Season, piu’ due presenze nello spareggio salvezza, realizzando durante la stagione anche il suo primo gol da professionista. L’anno successivo la Juve decide di girarlo sempre in comproprietà al Siena dove però Masiello non riesce mai a giocare. Nel gennaio del 2007 la dirigenza juventina, decide di giralo in comproprietà al Genoa nella trattativa che porterà Domenico Criscito alla corte bianconera. Nelle fila genoane totalizza 14 presenze entrando quasi sempre a partita in corsa . A fine campionato il Genoa neo promosso in serie A, riscatta totalmente la proprietà di Masiello vincendo alle buste con la società bianconera. Durante la prima parte del campionato attuale, il giovane difensore riesce a totalizzare solo 4 presenze, a causa di un infortunio che lo tiene fermo per tutto l’avvio della stagione, riescendo comunque a siglare il suo primo gol in massima serie nella partita disputata ad Empoli, rete sminuita però perché arriva dopo uno sfortunato autogol. A gennaio visto il clamoroso ritorno sotto la lanterna da parte di Criscito, Masiello, poiché chiuso da tanta concorrenza, viene ceduto in prestito con diritto di riscatto al Bari di mister Conte che ben lo conosce e che ne ha caldeggiato un suo arrivo.

Attualmente è uno degli artefici della rinascita,dal punto di vista del gioco, del Bari che con l’arrivo di mister Conte è migliorato sotto vari aspetti ma soprattutto nella fase difensiva.

Caratteristiche tecniche

Masiello è un difensore dal gran fisico,impeccabile nel gioco aereo, ottimo anticipo, destro naturale, è dotato anche di una buona tecnica di base che gli consente di poter giocare tranquillamente il pallone. Può essere definito un difensore eclettico poiché può giocare in tutti i ruoli della difesa anche se preferisce il ruolo di difensore centrale:“ Mi ritengo un difensore centrale, ma posso anche giocare da esterno, sia a destra che a sinistra. Il mio piede preferito è il destro, e tendenzialmente prediligo mantenere la posizione piuttosto che spingermi in avanti in fase offensive”.

Le sue qualità sono indiscutibili tanto che all’età di 18 anni, proprio per le sue caratteristiche, fu definito da mister a Capello il “Thuram Bianco”, o addirittura ai tempi della sua avventura con l’Avellino, “il Cannavaro della serie B”.

Masiello è indubbiamente un buon difensore, ed ha tutte le carte in regola per diventare un giocatore importante. È da evidenziare però che forse manca ancora di quel pizzico di personalità e freddezza che lo renderebbero un giocatore maturo. Credo però che giocando con continuità,come attualmente sta facendo a Bari, possa dimostrare tutto il suo valore, poiché visto il ruolo “delicato” del difensore ha bisogno di piu’ tempo per crescere e maturare dal punto di vista professionale.

Giuseppe Di Lena

Annunci

Una Risposta

  1. promessa???????

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: