Meddle Scout – Scopriamo le nuove promesse del calcio italiano

FERNANDO MARTIN FORESTIERI

NATO a ROSARIO (ARG) il 16 GENNAIO 1990

ALTEZZA: 171 Cm

PESO: 67 Kg

ATTACCANTE

SQUADRA ATTUALE: SIENA

COMPROPRIETA’ TRA SIENA e GENOA

forestier2.jpg

 

 

 

 

 

 

Fernando Martin Forestieri è un calciatore argentino di passaporto italiano, attualmente militante nell’AC Siena.

Soprannominato “el topa”, nomignolo che deriva da “topador “escavatrice, attribuitogli da suo zio per via della sua aggressività e velocità in campo. Cresce calcisticamente nelle giovanile del Newell’s old boys, ma ci rimane per pochi anni poiché nel 2003 viene acquistato dal Boca Juniors di Buenos Aires, per una cifra vicina ai 50.000 dollari, diventando subito la stella del vivaio. Nell’aprile 2005 Fernando accusa però un problema al ginocchio destro e a settembre, non soddisfatto del parere dei medici argentini, vola a Roma per farsi visitare dal professor Mariani,un luminare in materia, che lo opera a Villa Stuart. A novembre dello stesso anno, nonostante sia ancora un giocatore delle giovanile del Boca, Forestieri torna a Roma. Trasferimento dovuto anche al fatto che la famiglia di origine italiana, e piu’ precisamente calabresi, decide di ritornare in Italia. La Lazio prova a tesserarlo ma, dal momento che Forestieri ha meno di 16 anni, le regole del calcio italiano gli impediscono di avere un contratto da professionista. A questo punto Enrico Preziosi, certo delle capacità del giocatore, ospita lui e la sua famiglia in un noto hotel genovese fino al compimento del suo sedicesimo compleanno,”blindandolo” cosi da ulteriori offerte. Ed infatti a gennaio del 2006 il giovane talento firma un contratto quinquennale con il Genoa di patron Preziosi. Da li’ inizia un contenzioso con il Boca, sua precedente squadra, che presenta un esposto alla Fifa affermando di essere ancora propretaria del cartellino del giocatore. Alla fine il verdetto della Fifa è favorevole al Genoa, poiché stabilisce che la società ligure è legalmente propretario del cartellino del giocatore. La società argentina però, delusa, continua a rimandare il transfer del giocatore fino al giugno 2006, quando finalmente Forestieri diventa un giocatore della primavera del Genoa. La sua bravura e la sua fama però convincono mister Gasperini a convocarlo piu’ volte in prima squadra e a farlo debuttare l’estate stessa in una partita di Coppa Italia. I l 13 gennaio del 2007 esordisce in seria B con la maglia dei grifoni nella partita contro il Pescara. In questa partita entra nella storia del club della lanterna, segna l’unico gol della sua squadra diventando cosi’ il piu’ giovane marcatore della storia dal 1893 ad oggi. Il 19 febbraio del 2007 vince con la Primavera del Genoa, battendo la Roma in finale, il 59’ torneo mondiale di calcio giovanile “Coppa Carnevale “ di Viareggio., al termine del quale viene eletto miglior giocatore del torneo. Nel mercato estivo viene ceduto in comproprietà al Siena con cui firma un contratto di 3 anni. Al momento non sono chiari i termini dell’accordo della risoluzione della comproprietà, ma credo che non ne nascerà un’ asta accesa poiché esiste già un accordo di massima come descritto dal presidente Preziosi in un’intervista:“Abbiamo un contro-riscatto a nostro favore per una cifra importante. Decidiamo noi. Con il Siena però abbiamo buoni rapporti, siamo riconoscenti di come lo stiano valorizzando”.

Ha esordito in serie A il 26 settembre 2007, a 17 anni, in Siena – Atalanta (1-1), mentre il 13 gennaio 2008 ha segnato il suo primo gol nella massima serie, regalando il pareggio alla sua squadra contro la capolista Inter. Attualmente con la squadra senese ha totalizzato 11 presenze, entrando molto spesso a partita in corso, realizzando una sola rete. Avendo anche la cittadinanza italiana ha scelto di far parte delle selezioni giovanili della nostra nazionale. Ha fatto parte infatti sia dell’under 17 sia dell’under 19, con quest’ultima in occasione della seconda fase di qualificazione dei campionati europei di categoria.

Caratteristiche tecniche

Il ruolo piu’ consono alle sue caratteristiche è quello di trequartista, ma visto il suo spiccato senso del gol può fare anche la seconda punta o l’attaccante esterno. E’ un giocatore molto rapido dotato di ottima tecnica caratterizzata da una capacità di accarezzare il pallone tipica solo dei grandi campioni; ha velocità ed è fortissimo nel saltare l’uomo. Nonostante non abbia un fisico atletico è dotato di forza fisica e di grinta.

Possiamo quindi concludere che è un giocatore di grandissime prospettive che si è affacciato da poco al calcio che conta, ma nonostante abbia qualità indiscutibili, deve crescere e bisogna farlo crescere. Fondamentale nel suo processo di maturazione,a mio avviso, sarà una buona gestione dentro e fuori dal campo da parte dei suoi allenatori. Fino ad oggi il talentuoso Forestieri può considerarsi fortunato poiché è stato allenato da tecnici preparati, quali Gasperini, Mandorlini, Beretta, che conoscono bene l’ambiente del settore giovanile e sanno valorizzare i giovani.

Giuseppe Di Lena

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: